I russi si lasciano alle spalle enormi arsenali di munizioni durante la ritirata—Foto

Le truppe russe si stanno lasciando alle spalle enormi arsenali di munizioni mentre si ritirano nel mezzo di una controffensiva ucraina, secondo le foto condivise dal Servizio di sicurezza dell’Ucraina (SBU).

Le immagini, pubblicate dal servizio stampa della SBU su Telegram e Twittermostrano un veicolo abbandonato e quelle che sembrano essere scatole di munizioni e attrezzature in un magazzino senza sorveglianza a Izyum, nella regione ucraina meridionale di Kharkiv.

Le truppe russe si sono ritirate dalle aree di Izyum e Balakliya durante il high-quality settimana per “riorganizzarsi”, secondo il ministero della Difesa russo. Izyum è una base importante per le forze russe nella regione di Kharkiv.

I bambini giocano su un carro armato T-72
Sopra, bambini giocano su un carro armato T-72 con la lettera “Z”, simbolo propagandistico di sostegno all’invasione militare dell’Ucraina, durante le finali del biathlon tra carri armati in un poligono militare il 27 agosto 2022, advert Alabino, in Russia. Secondo l’Ucraina, le truppe russe hanno lasciato munizioni mentre fuggono dalla regione di Kharkiv.
Collaboratore/Getty Images

“Gli invasori russi, sotto la pressione dei soldati ucraini, stanno fuggendo in modo tale da lasciarsi dietro interi arsenali di munizioni”, ha detto la SBU. “Sappiamo cosa farne e li useremo sicuramente per lo scopo previsto: contro il nemico”.

Anche Anton Gerashchenko, consigliere del Ministero degli affari interni ucraino, ha affermato domenica che i soldati russi stanno fuggendo così rapidamente durante la controffensiva di Kiev che si stanno lasciando dietro “metà del loro equipaggiamento”.

Gerashchenko ha condiviso un video su Twitter che, secondo lui, mostra un carro armato russo abbandonato a Izyum.

“Oggi i nostri militari hanno accettato le prime forniture in prestito dalla Russia a Izyum (questo è uno scherzo, ovviamente. Segnerò le mie battute per un po’ di tempo)”, ha scritto. “I soldati russi sono fuggiti così in fretta che hanno lasciato metà del loro equipaggiamento”.

Filmato ripreso a Kharkiv da un volontario statunitense e condiviso con Newssettimana domenica mostra anche i carri armati russi abbandonati nella regione.

Il comandante dell’esercito ucraino, il generale Valeriy Zaluzhnyi, ha detto domenica che le sue truppe hanno riconquistato 3.000 chilometri quadrati (1.158 miglia quadrate) di territorio dai russi dall’inizio di settembre, quando è iniziata una controffensiva a sorpresa a Kharkiv.

Il ministero della Difesa britannico ha dichiarato lunedì in una valutazione che la fiducia dell’esercito russo nella sua management è probabile che si stia deteriorando a causa dell’intensificarsi della controffensiva dell’Ucraina.

“Di fronte all’avanzata ucraina, la Russia ha probabilmente ordinato il ritiro delle sue truppe dall’intero Oblast di Kharkiv occupato a ovest del fiume Oskil”, ha twittato il ministero.

“I rapidi successi ucraini hanno implicazioni significative per il disegno operativo complessivo della Russia. È molto probabile che la maggior parte delle forze in Ucraina sia costretta a dare la priorità alle azioni difensive di emergenza”, ha aggiunto il ministero. “La fiducia già limitata che le truppe dispiegate hanno nell’alta leadership militare russa rischia di deteriorarsi ulteriormente”.

Nel frattempo, Alexander Khodakovsky, un comandante sostenuto dal Cremlino ed ex chief politico nell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (DPR) nell’Ucraina orientale, ha offerto una rara e cupa valutazione della efficiency della Russia nella guerra in corso, affermando di essere “depresso” da come va la guerra.

Newssettimana ha contattato il ministero degli Esteri russo per un commento.

Leave a Comment