L’ospite della TV di stato russa si scontra con il presentatore per gli attacchi nucleari: “Inutile”

Il conduttore televisivo russo Vladimir Solovyov si è scontrato con un ospite sul possibile uso di armi nucleari nel conflitto in corso con l’Ucraina.

“Il principale propagandista russo Vladimir Solovyov e i suoi relatori promuovono l’idea di riprendere i test nucleari e condurre attacchi nucleari preventivi, ma un esperto militare razionale rovina lo spettacolo scatenando inaspettatamente un po’ di buon senso”, Julia Davis del Daily Beast ha sottotitolato una clip su Twitter di Solovyov che discute con l’ospite.

Solovyov, un alleato del presidente russo Vladimir Putin, ha affermato insieme agli altri suoi ospiti, tra cui i membri della Duma di Stato Leonid Kalashnikov e Andrey Gurulyov, che un attacco nucleare “dimostrativo” o “preventivo” trasformerebbe la guerra in Ucraina a favore della Russia.

Ha suggerito un attacco contro la Francia in risposta alla promessa del presidente Emmanuel Macron di inviare “carri armati leggeri” – veicoli corazzati da combattimento AMX-10 RC – in Ucraina.

Il presidente russo Vladimir Putin
Sopra, il presidente russo Vladimir Putin partecipa a un incontro con il CEO di Promsvyazbank al Cremlino il 6 gennaio 2022. Putin ha minacciato per la prima volta nel settembre 2022 che la Russia period pronta a usare armi nucleari per difendere la sua “integrità territoriale”.
MIKHAIL KLIMENTYEV/Sputnik/AFP/Getty Images

“Un attacco preventivo contro la Francia, parte in conflitto”, ha detto Solovyov.

Rispondendo al conduttore della television di stato, Gurulyov ha detto che la decisione della Francia di fornire all’Ucraina i veicoli blindati “è una cosa seria”.

“E ora riguardo alle armi nucleari e ai test, tutti stanno cercando di evitare questo argomento. È possibile in caso di minaccia diretta all’esistenza della Federazione Russa nella sua interezza… La Francia sta iniziando a causarci problemi, apertamente, direttamente , senza paura. In tal caso, la Francia non dovrebbe esistere – qualcuno si sentirebbe triste per questo?” Egli ha detto.

Gurulyov ha continuato suggerendo che l’space in cui la Russia ha “ovvia parità… è nelle testate nucleari”.

“Stiamo commettendo un grosso errore non migliorando quest’area. Dovremmo metterlo in mostra e non averne paura … fai un colpo contro la Francia ed è tutto finito. Si rimboccheranno la coda, te lo assicuro. Nessuno vorrà intervenire. Solo la polvere rimarrà dov’era la Francia e gli altri saranno scoraggiati”, ha detto.

Evgeny Buzhinsky, un esperto militare, si è scontrato con la coppia, dicendo che la guerra nucleare limitata “è un’illusione”.

“Sarebbe una catastrofe globale con distruzione reciproca degli Stati Uniti, della Federazione Russa, comprese tutte le sue regioni”, ha detto Buzhinsky.

“Pensando che la Federazione Russa userà in modo dimostrativo le armi nucleari, per spaventare l’Occidente, e tutti si inginocchieranno, alzeranno le braccia e diranno: ‘è così, abbassa il sipario, faremo la pace con la Russia “… non succederà. È irresponsabile parlare di uno sciopero dimostrativo.”

Un Solovyov visibilmente frustrato suggerì che le forze russe avrebbero dovuto colpire le unità polacche in Polonia, piuttosto che sul territorio ucraino.

“Se fossimo gli unici advert avere armi nucleari. Ma hanno anche armi nucleari: gli Stati Uniti, la Francia e la Gran Bretagna le hanno!” disse Buzhinsky.

Solovyov ha risposto al fuoco: “Quindi Polonia e Romania sono bersagli accettabili…?”

“Credo che l’uso di armi nucleari sia impossibile”, ha risposto Buzhinsky.

Quando Solovyov ha chiesto a Buzhinsky “qual è lo scopo” che la Russia abbia armi nucleari se non vengono utilizzate, l’esperto militare ha detto che le armi sono “uno strumento politico di deterrenza”.

Solovyov ha risposto: “Chi ne è stato scoraggiato? In che modo ha dissuaso gli americani dal consegnare una gamma completa di armi?”

Buzhinsky ha risposto al fuoco suggerendo che non ha senso tenere discussioni sul possibile uso di armi nucleari da parte della Russia a meno che l’esistenza del paese non sia minacciata.

“Lasciamelo ripetere: quando c’è una minaccia all’esistenza della Russia come nazione come è proibito nella nostra dottrina, allora sono certo che useremo armi nucleari. Fino ad allora, credo che tutte queste conversazioni siano inutili, ” ha concluso.

Putin ha minacciato per la prima volta nel settembre 2022 che la Russia fosse pronta a usare armi nucleari per difendere la sua “integrità territoriale”.

Newssettimana ha contattato il ministero degli Esteri russo per un commento.

Hai un suggerimento su una notizia mondiale che Newssettimana dovrebbe coprire? Hai una domanda sulla guerra Russia-Ucraina? Fatecelo sapere tramite [email protected].

Leave a Comment