Una coppia canadese è volata in un’altra provincia e ha ottenuto vaccini destinati alla tribù indigena

Una ricca coppia canadese di Vancouver si è recata nello Yukon per ottenere vaccini contro il coronavirus destinati ai membri di una tribù indigena.

I media canadesi hanno identificato la coppia come l’ex dirigente di casinò di 55 anni Rodney Baker ed Ekaterina Baker, un’attrice di 32 anni.

Gli operatori sanitari dello Yukon si sono recati nelle comunità rurali nelle ultime settimane per somministrare le vaccinazioni. Una di queste comunità period Beaver Creek, un’space remota dello Yukon che ospita circa un centinaio di residenti, la maggior parte dei quali sono membri della White River First Nation.

Lo ha detto il capo della White River First Nation, Angela Demit Il WashingtonPost che la comunità period considerata una priorità “data la nostra lontananza, la popolazione anziana e ad alto rischio, nonché l’accesso limitato all’assistenza sanitaria”.

La coppia è volata a Whitehorse, una città dello Yukon, la scorsa settimana e ha promesso di osservare due settimane di quarantena obbligatoria in un lodge locale.

Tuttavia, giovedì la coppia si è recata a Beaver Creek per ricevere la prima dose del vaccino Moderna. Hanno affermato di essere nuovi assunti in un motel locale.

CANADA-HEALTH-VIRUS-VACCINE Un operatore sanitario si prepara alla somministrazione
Un operatore sanitario si prepara a somministrare il vaccino contro il coronavirus Pfizer presso il Michener Institute di Toronto il 14 dicembre 2020.
Foto di CARLOS OSORIO/POOL/AFP by way of Getty Images/Getty

Il ministro dei servizi alla comunità dello Yukon, John Streicker, ha dichiarato alla Canadian Broadcasting Corp. che la prova della residenza non è richiesta nelle cliniche di vaccinazione poiché molte persone che lavorano nello Yukon rurale provengono da altre zone del Canada.

Poco dopo aver ricevuto il vaccino, i Baker hanno chiesto un passaggio all’aeroporto, cosa che ha sollevato preoccupazioni tra i membri della comunità.

Gli operatori della clinica vaccinale hanno quindi verificato con il motel e hanno scoperto che i Baker non lavoravano lì. Hanno allertato le forze dell’ordine e gli agenti hanno intercettato i Baker all’aeroporto di Whitehorse.

I Baker devono affrontare due accuse ai sensi del Civil Emergency Measures Act dello Yukon per aver violato le linee guida sulla quarantena. La coppia rischia multe fino a 900 dollari e sei mesi di carcere.

La White River First Nation ha detto al Inviare vuole vedere sanzioni più extreme per i Baker poiché le multe sarebbero “sostanzialmente prive di significato” per la coppia benestante.

Rodney Baker period l’amministratore delegato della Great Canadian Gaming Corp., che gestisce 20 circuiti e casinò in tutto il paese, prima di dimettersi dalla sua posizione domenica, secondo il quotidiano canadese locale The Yukon Notizie. Il giornale afferma che il suo reddito annuo totale nel 2019 è stato di $ 10,6 milioni.

Janet Vander Meer, capo del staff di risposta al coronavirus della White River First Nation, ha anche chiesto punizioni più dure che scoraggerebbero altre persone dal compiere le stesse azioni.

Meer ha definito l’incidente “un altro esempio di atti di oppressione in corso contro le comunità indigene da parte di individui ricchi che pensavano di farla franca”, in un’intervista di lunedì alla rete televisiva Global News.

Ha aggiunto che la decisione dei Baker di ignorare le linee guida sulla quarantena avrebbe potuto mettere a rischio le popolazioni vulnerabili.

“Il nostro residente più anziano di Beaver Creek, che ha 88 anni, era nella stessa stanza di questa coppia. Mia madre, che è palliativa, era nella stessa stanza di questa coppia”, ha detto. “Deve essere la prigione. Non riesco a vedere niente di meno. Per quello che la nostra comunità ha passato negli ultimi giorni. La stanchezza. È semplicemente sbalorditivo.”

In dichiarazione a Newssettimana martedì, la White River First Nation ha affermato che la comunità “comprende che queste persone sono state accusate ai sensi del Civil Emergency Measures Act e che hanno ricevuto una piccola multa, ma non ritiene che questa punizione indulgente sia appropriata per la gravità delle azioni intraprese, information la potenziale effetti letali per la nostra comunità”.

Leave a Comment